Impossible

TORNA ALLA HOME

L'allantoina. Cos'è e perchè è così importante

Allantoina. Il segreto della bava di lumaca


L'allantoina è una sostanza chimica che deriva dall'ossidazione dell'acido urico e si presenta sotto forma di polvere bianca o di cristalli incolori, insapori e inodori. Le sue molecole sono molto solubili in acqua ma insolubili in olio minerale. In natura questo elemento si riscontra sia nel regno animale (nella bava di lumaca) che in quello vegetale (soprattutto nella pianta borraginacea Symphytum officinale) ma generalmente si utilizza quello di sintesi per la realizzazione di prodotti farmaceutici e di composti cosmetici.

L'allantoina, oltre che per le sue proprietà idratanti e disarrossanti, è nota per i suoi effetti cicatrizzanti in quanto contribuisce a contrastare i radicali liberi e a favorire la proliferazione cellulare. E' in grado di promuove la velocità di recupero dalle piccole lesioni cutanee e, per le sue virtù antiossidanti, risulta un valido aiuto nel rallentare il processo d'invecchiamento. La FDA (Food and Drug Administration) ha classificato l'allantoina tra le sostanze sicure ed efficaci come protettivo cutaneo.

Allantoina

Allantoina e bava di lumaca.


L'allantoina prodotta dalla bava di lumaca altro non è che uno scudo protettivo che la chiocciola produce per muoversi e scivolare sulle superfici evitando le aggressioni dell'ambiente circostante. La lumaca, in effetti, reagisce ai danni cutanei provocati dall'esterno secernendo muco in grande quantità che, mediante la formazione di bolle, bagna e aderisce perfettamente alla superficie dell'animale. Le lumache, infatti, hanno la particolare caratteristica di non mostrare alcun tipo di sofferenza cutanea nonostante per spostarsi siano costrette a strisciare con la pelle direttamente a contatto sulle superfici più ruvide e accidentate dell’ambiente in cui vivono.

L'allantoina nell'antichità.


Già nell'antichità Ippocrate aveva scoperto le virtù di questa sostanza e lui stesso la utilizzava per guarire le infiammazioni della pelle. Il successo vero e proprio dell'allantoina avvenne tuttavia negli anni '80 quando la famiglia cilena Bascuna (che si occupava di allevare lumache destinate alla cucina francese) si accorse che gli operai che maneggiavano questi animali avevano una pelle particolarmente soffice e i tagli e le escoriazioni si rimarginavano in tempi brevissimi, senza sviluppare né cicatrici né infezioni.

Allantoina e bava di lumaca. Un'idea innovativa.


L'intuizione suscitò la curiosità di ricercatori e studiosi che iniziarono a interessarsi degli straordinari effetti della bava di lumaca sull'organismo umano tanto da rendere questa sostanza un elemento prezioso nella realizzazione di creme sia per il viso sia per tutto il resto del corpo. Anche le associazioni animaliste non hanno mostrato alcun tipo di obiezione all’impiego del secreto di lumaca, perché ottenuto da lumache vive che non vengono assolutamente danneggiate durante il processo di raccolta.

Allantoina e bava di lumaca

Allantoina. Spiccate proprietà cicatrizzanti


Tecnicamente, il nome scientifico della bava di lumaca è "Helix aspersa Müller Glicoconiugati", descritta come un denso fluido ricavato dalla stimolazione di lumache vive (che non sono sottoposte ad alcuno stress). Chimicamente parlando, il composto è una complessa miscela di allantoina, collagene, acido lattico, acido glicolico, anti-proteasi, vitamine e oligoelementi tra cui lo zinco, il rame e il ferro. Da studi recenti è emerso che le secrezioni dell'Helix aspersa con tutti i suoi componenti favoriscano non solo le cicatrizzazioni delle ferite ma anche la riduzione della produzione di cheloide.

Nella fattispecie, l’allantoina contenuta nella bava di lumaca possiede spiccate proprietà cicatrizzanti note per l riparazione di ulcere, emorroidi e diversi tipi di infezioni dermatologiche, inoltre, stimola la formazione dei tessuti, rendendo più rapido il processo di cicatrizzazione. Questo effetto miracoloso dell'estratto fu notato soprattutto durante la prima guerra mondiale. In concomitanza con questo evento, infatti, si osservò che le piaghe infettate dalle larve della Lucilla sericata (un insetto simile alla comune mosca) si cicatrizzavano più rapidamente rispetto a quelle non contaminate.

La spiegazione di tale fenomeno risiede nel fatto che le larve della mosca verde producono una buon quantità di allantoina. Oltre a questa sostanza, la bava di lumaca contiene una buona percentuale di acido lattico e di acido glicolico: questi composti sono particolarmente indicati per migliorare le cicatrici (anche di vecchia data) e per levigare e idratare l'epidermide, riducendo l’eccessiva iperpigmentazione e prevenendo al contempo la formazione delle smagliature. Inoltre, l'azione combinata di acido glicolico e acido lattico come peeling chimico è particolarmente indicata per stimolare la formazione di collagene.

Allantoina cicatrizzante

Allantoina e bava di lumaca. Virtù, bellezza e giovinezza


La bava di lumaca, quindi, possiede moltissime virtù e può essere impiegata per restituire bellezza e giovinezza alla propria pelle: nello specifico, i cosmetici a base di questo estratto presentano moltissime proprietà benefiche. Innanzitutto, la bava di Helix aspersa protegge la pelle dall’inquinamento ambientale grazie a una potente azione antiossidante, ha una forte attività anti-aging in quanto stimola sia i fibroblasti sia la ristrutturazione del derma e contrasta efficacemente il foto-invecchiamento. Inoltre leviga e accelera il rinnovamento dei tessuti epidermici danneggiati, schiarisce le iperpigmentazioni e migliora notevolmente l’aspetto estetico delle cicatrici, comprese quelle dell’acne. Proprio in merito a quest'ultimo aspetto, la sostanza contrasta la formazione delle infezioni cutanee e si rivela particolarmente indicata nei casi di acne adolescenziale e adulta. La su composizione assolutamente naturale, inoltre, rende la bava di lumaca perfettamente tollerante in gravidanza come rimedio per la prevenzione e la cura delle smagliature.